Vitamina D per cani: i benefici da sapere

Cos’è la vitamina D nei cani? Innanzitutto è necessario definire la vitamina D. È una sostanza chimica che ha vari effetti sul nostro corpo e su quello dei nostri cani.

Lo scopo principale della vitamina D è mantenere “l’omeostasi del calcio” o livelli normali di calcio. Il calcio è un minerale che si trova nelle ossa e nei muscoli.

Viene anche utilizzato per la contrazione muscolare, la segnalazione cellulare e la coagulazione del sangue quando siamo danneggiati. Poiché troppo o troppo poco calcio può essere pericoloso, la vitamina D è essenziale per mantenere l’omeostasi del calcio.

Il meccanismo con cui la vitamina D fa questo è piuttosto complicato e coinvolge diversi organi diversi. La forma inattiva della vitamina D entra nel corpo di un cane attraverso il consumo di cibo. Non ha alcun impatto quando è inattivo.

Le ghiandole paratiroidi sono un organo situato nel collo dei cani che controlla i livelli di calcio nel sangue. Secerne un ormone noto come ormone paratiroideo quando rileva un deficit di calcio. Questo ormone colpisce il fegato e i reni. Li porta a convertire la vitamina D3 inattiva in vitamina D3 attiva (calcitriolo).

La vitamina D3 attiva aumenta l’assorbimento del calcio nell’intestino del cane e diminuisce l’escrezione di calcio nei reni. Quando i livelli di calcio sono bassi, la vitamina D funziona per riportarli a livelli di sicurezza.

La vitamina D svolge anche una serie di compiti secondari, tra cui l’omeostasi del fosforo (un altro componente essenziale delle ossa), il rimodellamento osseo dopo un infortunio o l’esercizio fisico, la salute dentale , la modulazione del sistema immunitario , la vista e lo sviluppo muscolare. È ragionevole affermare che la vitamina D è un componente essenziale per animali domestici sani!

Assunzione giornaliera consigliata

La quantità di vitamine e minerali consentiti nel cibo per cani è rigorosamente regolata dall’Association of American Feed Control Officials. Un chilo di cibo per cani adulto non dovrebbe contenere meno di 500 unità internazionali (0,0125 mg) di vitamina D al giorno, ma non dovrebbe contenere più di 3.000 unità internazionali (0,075 mg). L’integratore per cani dovrebbe contenere 100-120 ng/ml di vitamina D al giorno.

Fonti di cibo

La maggior parte dei produttori di crocchette fortifica il proprio cibo con un mix di integratori vitaminici contenente vitamina D e altre vitamine e minerali . Ma questa non è l’unica fonte di vitamina D per i cuccioli. Molti prodotti animali, compreso il pesce grasso , sono ricchi di vitamina D.

Salmone, tonno, aringa, ippoglosso e sardine sono alcune fonti di vitamina D per i cani che vengono mangiate dall’uomo e sono adatte anche ai cuccioli. Altri alimenti appropriati con vitamina D per cani sono sgombro, tuorli d’uovo, fegato di mucca, formaggio, yogurt, funghi, avena fortificata e zucca.

Carenza di vitamina D nei cani

La carenza di vitamina D nei cani è rara a causa delle rigide raccomandazioni dietetiche dell’AAFCO per il cibo per cani . La carenza di vitamina D può verificarsi a causa del consumo di una dieta squilibrata di pasti a tavola o cibi crudi .

Il malassorbimento di vitamine e minerali può anche svolgere un ruolo nei cuccioli con problemi digestivi sottostanti o una predisposizione ereditaria. Quindi, quali sono i sintomi della carenza di vitamina D canina?

Ossa fragili.
Diminuzione della massa muscolare.
Fatica.
Crescita stentata.

Vitamina D nei cani

Malattie associate a bassi livelli di vitamina D

Secondo la ricerca, lo stato della vitamina D è stato collegato a diverse condizioni di salute umana. Sebbene si sappia molto meno sui disturbi correlati alla vitamina D nei cani , alcuni collegamenti oggetto di indagine spesso mostrano una notevole somiglianza con le malattie umane.

A causa della sua associazione con l’acquisizione di calcio e fosforo, la vitamina D è un noto contributo alla salute delle ossa . I ricercatori hanno scoperto l’osteomalacia (rachitismo) nei cuccioli sottoposti a una dieta carente di vitamina D, anche quando i soggetti erano esposti alla luce solare UVB.

L’ossificazione endocondrale del cucciolo è stata rallentata nei cani trattati con più di dieci volte la dose massima raccomandata di AAFCO.

Poiché il metabolita 1,25(OH)2D (la forma attiva della vitamina D) si forma nei reni, la malattia renale cronica (CKD) e il concomitante iperparatiroidismo nell’uomo sono collegati a uno scarso metabolismo della vitamina D.

Allo stesso modo, i cani con insufficienza renale cronica possono avere concentrazioni di 25(OH)D nel sangue e nel siero più basse, che continuano a diminuire con il peggioramento della gravità della malattia. Di conseguenza, l’integrazione alimentare di vitamina D è una componente della terapia sia umana che canina per la CKD.

I pazienti umani con malattia infiammatoria intestinale (IBD) hanno spesso bassi livelli di vitamina D. Gli studi sui cani rivelano che i livelli di 25(OH)D nel sangue sono molto più bassi nei cani con enteropatie proteiche rispetto ai cani sani e a quelli affetti da IBD da sole.

La vitamina D può avere un ruolo nelle malattie cardiovascolari umane , con dati che mostrano che livelli plasmatici più elevati di 25(OH)D sono associati a un minor rischio di malattie cardiovascolari . Allo stesso modo, i bassi livelli di 25(OH)D nel sangue dei cani sono stati collegati a insufficienza cardiaca congestizia, rimodellamento cardiaco, gravi malattie cardiovascolari e un aumentato rischio di eventi cardiovascolari.

Overdose di vitamina D nei cani

Poiché la vitamina D è liposolubile, un sovradosaggio è sempre una possibilità. Il sovradosaggio di vitamina D può verificarsi per una varietà di cause. Un’integrazione eccessiva di vitamine può accumulare riserve di vitamina D nel corpo nel tempo, portando infine a un sovradosaggio.

Sono possibili anche sovradosaggi accidentali. Il veleno per topi contenente colecalciferolo, che può avere un odore allettante per un cane affamato, è uno dei rischi più gravi di sovradosaggio accidentale di vitamina D.

Porta il tuo cane dal veterinario se sospetti un sovradosaggio di vitamina D. Un alto contenuto di calcio, fosforo , glucosio e proteine ​​nel sangue e nelle urine di un cucciolo indicherà questa malattia.

Se il sovradosaggio si è verificato di recente, un veterinario può indurre il vomito o fornire liquidi per aiutare a espellere ulteriori vitamine. In casi estremi, i veterinari possono prescrivere leganti del fosfato per aiutare con la rimozione del fosfato.

Vomito, salivazione eccessiva, fastidio allo stomaco, tremori, convulsioni, debolezza, letargia, costipazione, anoressia, sete insolita, minzione frequente o incidenti, sangue nel vomito, perdita di peso e feci sanguinolente o nere sono tutti sintomi di un sovradosaggio di vitamina D nei cani .

La vitamina D causa (o previene) il cancro?

Nel corso degli anni, siamo stati informati che un’eccessiva esposizione al sole potrebbe portare al cancro. Ciò solleva la questione se la vitamina D causi il cancro. Qual è la connessione tra cancro e vitamina D? Possiamo usare la vitamina D per i cani con il cancro ?

Negli ultimi anni sono stati condotti molti studi sull’associazione tra vitamina D e cancro nei cani. Contrariamente alla percezione comune, la ricerca ha rivelato che i cani con livelli adeguati di vitamina D hanno un rischio inferiore di sviluppare diverse forme di cancro, compresi i tumori della mammella, del colon e del retto.

Trattamento dell’avvelenamento da vitamina D nei cani

Se ritieni che il tuo cane abbia ingerito troppa vitamina D, portalo dal medico il prima possibile. Porta qualsiasi confezione per il cibo del tuo cane, le tue compresse di vitamina D personali e qualsiasi rodenticida che usi.

Il tuo veterinario inizierà prendendo una storia completa da te prima di valutare il tuo cane. Se il tuo animale domestico ha appena consumato vitamina D, il tuo veterinario può scegliere di indurre il vomito e fornire carbone attivo per assorbire la vitamina D dal tratto gastrointestinale.

Saranno necessari test di laboratorio per esaminare la funzione degli organi del tuo cane e la conta cellulare. Molto probabilmente il tuo veterinario vorrà esplorare i livelli di calcio, fosforo e vitamina D nel sangue. Verranno inoltre controllati i parametri renali e gli elettroliti.

Il ricovero è necessario per il trattamento, compresi i liquidi per via endovenosa per mantenere e aiutare i reni. Durante il soggiorno, i livelli ematici saranno controllati regolarmente.

Il veterinario può anche somministrare un diuretico per aiutare i reni a rimuovere il calcio in eccesso. Viene spesso utilizzata anche la furosemide, un protettore gastrointestinale. In determinate circostanze, verrà utilizzato uno steroide orale per ridurre l’assorbimento del calcio nel tratto gastrointestinale e nelle ossa.

L’asporto

La vitamina D è necessaria per la salute delle ossa, del cuore, delle articolazioni , della pelle, del pelo, della vista, dei denti , dei reni e del sistema immunitario del cane . L’età avanzata, la sterilizzazione/castrazione, i problemi digestivi, la malattia e diversi farmaci regolarmente somministrati sono fattori di rischio per bassi livelli di vitamina D.

Il contenuto di vitamina D e le fonti dei pasti commerciali per animali domestici variano, con conseguente variazione dei livelli di D nei cani. Alcuni pasti cucinati in casa sono carenti di vitamina D. Le concentrazioni di questo micronutriente possono essere aumentate in sicurezza migliorando la digestione, somministrando pasti interi contenenti D, integrando con vitamina D secondo necessità e controllando i livelli ematici.

Essendo una vitamina liposolubile, la vitamina D ha bisogno di grassi nella dieta per essere digerita e assorbita correttamente. Combinare la vitamina D nel cibo per cani e i grassi saturi come l’olio di cocco e il burro è l’ideale. Ma ci sono molte fonti di vitamina D per i cani.

Le vitamine A e K , che sono liposolubili, sono i migliori compagni nutrizionali di vitamina D. Un modo semplice per mantenere sano il tuo cane è assicurarsi che riceva abbastanza vitamina D, A e K.

Fai attenzione a tutti i sintomi legati a carenze e tossicità. Se pensi che alcuni di loro siano visibili, incontra il tuo veterinario. Assicurati che tutto vada bene per il tuo cane e continua a vivere felicemente insieme.

Forza nutritiva vitamina D per cani

La vitamina D è una vitamina liposolubile che è naturalmente presente in alcuni alimenti ed è ben nota per svolgere un ruolo importante nella salute dello scheletro e dei muscoli.

Un ottimo modo per sostenere il benessere del tuo animale domestico, le nostre compresse di integratori premium di vitamina D3 per cani potrebbero apportare benefici ai tuoi amici pelosi a quattro zampe aiutando a:

Sostenere il metabolismo dei minerali.
Mantenere l’assorbimento del calcio.
Rafforza il sistema immunitario.
Promuovere la salute cardiovascolare.
Supporta la salute dello scheletro.
Il nostro integratore di vitamina D per cani appositamente sviluppato è realizzato per aiutare a garantire che il tuo animale domestico ottenga livelli sufficienti di questo nutriente vitale, le cui proprietà uniche offrono grandi benefici alla salute generale e alla resistenza alle malattie del tuo cane, come facilitare l’assorbimento del calcio nell’intestino e mantenerne una quantità sufficiente concentrazioni sieriche di calcio e fosfato per consentire la normale mineralizzazione ossea.

La ricerca ha dimostrato che la vitamina D, insieme all’ormone paratiroideo, aiuta a regolare il metabolismo minerale di calcio, fosforo e magnesio.

Il calcio, il minerale più abbondante nel corpo, costituisce gran parte della struttura delle ossa e dei denti del tuo cane e consente i normali movimenti del corpo mantenendo i tessuti rigidi, forti e flessibili.

Il magnesio è importante per la normale funzione dell’ATP (adenosina trifosfato) e per il metabolismo del glucosio.

Lo zinco svolge un ruolo fondamentale nel metabolismo cellulare, è necessario per l’attività catalitica di molti enzimi, svolge un ruolo importante nella funzione immunitaria, nella sintesi proteica, nella guarigione delle ferite, nella sintesi del DNA e nella divisione cellulare.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.