Storia e cultura della Laguna di Venezia

Storia e cultura della Laguna di Venezia. I primi insediamenti umani sulle isole della Laguna di Venezia risalgono al V e VI secolo, quando gli abitanti della terraferma arrivarono in questa zona semi-palude per sfuggire alle invasioni barbariche che seguirono la caduta dell’Impero Romano.

Le popolazioni provenienti dalla Venezia continentale si stabilirono in laguna, combattendo il più duramente possibile per sopravvivere: a poco a poco quel gruppo di pezzi di terra circondati dall’acqua assunse l’apparenza di una vera città, unica e speciale: non ci sarebbe mai stato niente di simile al mondo. Costruite zattere, sostenute da forti pali di legno fissati al fondo del mare. Erano collegati da passerelle di legno, su cui iniziò la costruzione di case, edifici e monumenti.

 

Quando la sua popolazione era abbastanza grande da poter essere considerata una città. Venezia è annessa all’Impero bizantino pur mantenendo la sua indipendenza. Nel 697 elesse il suo primo Doge, dando vita a un nuovo governo: il Dogado (Impero Marittimo).

Tuttavia, l’evento che alla fine fece il nome di Venezia nel mondo ebbe luogo nell’828, quando due intraprendenti mercanti veneziani rubarono il corpo dell’apostolo Marco da Alessandria d’Egitto e lo trasportarono segretamente a Venezia. Un’enorme chiesa, consacrata nel 1094, fu costruita per ospitare le spoglie del Santo, che poi divenne il santo patrono della città: la Basilica di San Marco.

Storia e cultura della Laguna di Venezia

Fin dalla sua nascita, Venezia mostrò forti inclinazioni verso il commercio, che aumentarono abbastanza da creare una fitta rete di relazioni commerciali con Bisanzio alla fine dell’XI secolo. Questo diede vita alla Repubblica di Venezia, che fu infine consacrata nel 1202 con la quarta crociata e la conquista di Bisanzio. La città orientale fu saccheggiata e il bottino fu portato a Venezia, usato per arricchire le chiese e i palazzi. Quel tesoro includeva i quattro cavalli di bronzo che decorano St. La Basilica di Marco oggi.

Dopo la 4a crociata, Venezia ottenne un forte ruolo politico grazie al fatto che ora controllava gran parte del Mediterraneo e aumentava anche la sua potenza militare e il suo commercio.

La rivalità storica con Genova esplose in quattro guerre, combattute una dopo l’altra fino a raggiungere una tregua nel 1381, quando Venezia sconfisse la città ligure nella famosa battaglia di Chioggia (1380). Venezia si rese conto che era necessario creare basi sulla terraferma e iniziò ad espandersi verso Padova, Vicenza, Verona, Brescia e Bergamo. Con l’aumento delle aree controllate dalla Repubblica, il prestigio della città crebbe, guadagnandosi il soprannome di Serenissima. La Serenissima era così impegnata con l’espansione del suo territorio sulla terraferma che non notò il crescente potere dei turchi che, tra il 1453 e il 1499, riuscirono a conquistare Costantinopoli (bisanzio) e alcune città costiere in Grecia e Albania.

Napoleone Bonaparte

La Lega di Cambrai fondata nel 1508. Questa era una sorta di coalizione contro Venezia a cui si unirono la maggior parte delle potenze europee. Venezia riuscì a mantenere parte della sua terra dopo sette anni di guerra, ma perse il controllo sul Mediterraneo. Nel XVII secolo, la Serenissima dovette cedere Creta e l’area del Peloponneso all’Impero turco.

Nel periodo successivo, il potere politico di Venezia era gravemente danneggiato. Ci fu un notevole aumento delle arti e della letteratura in città, che diede origine alla creazione di opere d’arte di Tiepolo, Pietro Longhi e Canova e a spettacoli teatrali di Carlo Goldoni.

 

Nel 1797 Napoleone Bonaparte conquistò e saccheggiò Venezia. Poco dopo, l’imperatore cedette la città all’Austria, un periodo scarsamente tollerato dai veneziani che,guidati da Daniele Manin, cacciarono gli austriaci dalla città nel 1848. Tuttavia, proclamarono la seconda Repubblica di Venezia. Il nuovo sistema ebbe vita breve poiché nel 1866 Venezia.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com