Spasmo delle zampe posteriori nei cani, cosa è?

Spasmo delle zampe posteriori, questa sindrome neurologica è caratterizzata dalla flessione di un arto posteriore in posizione eretta, che progredisce per mesi fino a includere l’arto pelvico opposto. Il cane colpito si piega ed estende alternativamente gli arti, come in un movimento di danza. Nel comportamento si sospetta una reazione combinata allo stimolo sensoriale e agli impulsi neurologici automatici. Si verifica nei Pinscher Dobermann, con un’età di esordio da sei mesi a sette anni. Si verifica sia nei maschi che nelle femmine.

 

Sintomi e tipi dello spasmo delle zampe posteriori

Il sintomo principale di questo disturbo è presentato dal cane affetto che tiene in piedi una gamba in posizione piegata; l’arto alternato di solito viene colpito da tre a sei mesi dopo l’insorgenza della condizione, con lo stesso comportamento. Il cane alternerà le gambe, sembrando danzare intorno. Questo comportamento non può essere controllato dal cane. Iniziando presto, subito dopo che la condizione ha iniziato a presentarsi, questi riflessi tendinei iperattivi porteranno a un progressivo atrofia muscolare (atrofia) nell’arto. Occasionalmente, i muscoli all’interno della gamba perderanno la capacità di rilevare il movimento nel cane e non saranno in grado di rispondere alla connessione sensoriale che il cane è disposto agli arti per il movimento. Il termine medico per questa ricezione sensoriale e la condizione che ne risulta è deficit propriocettivo.

Cause

La causa di questa malattia è sconosciuta, ma si sospetta, e probabilmente, che la condizione sia ereditata attraverso un carattere recessivo.

Spasmo delle zampe posteriori diagnosi

Possibili diagnosi che possono essere fatte in relazione a questa condizione sono stenosi lombosacrale, dove c’è un restringimento dell’ultima parte del canale spinale, che provoca la compressione delle radici nervose; infezione di una o più ossa della colonna vertebrale e dei dischi intervertebrali che le uniscono nella colonna lombare inferiore (rispettivamente malattia del disco intervertebrale e discospondilite). Questa condizione è solitamente dolorosa; oppure, il veterinario può fare una diagnosi di cancro del midollo spinale lombare o delle radici nervose. Questa condizione ha una rapida progressione e può essere dolorosa per il cane.

Le procedure diagnostiche includeranno l’elettromiografia per la registrazione delle correnti elettriche nei muscoli e l’esame della quantità di comportamento muscolare e nervoso incontrollato (fibrillazione) nelle gambe. Il trasferimento di informazioni dai centri sensoriali ai centri di movimento motorio (velocità di conduzione nervosa motoria e sensoriale) sarà misurato ed esaminato per rilevare la progressione della malattia. E, un campione di tessuto prelevato (biopsia) dai muscoli dietro le ginocchia sarà esaminato per malattie muscolari e/o perdita di nervi.

Trattamento

Non esiste un trattamento efficace per controllare i segni clinici di questa condizione o per alterarne la progressione.

Vivere e gestire

Diversi pazienti sono stati seguiti per cinque anni o più e tutti sono rimasti accettabili come animali da compagnia

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.