Ravioli di ricotta sarda con zafferano e limone

Ravioli di ricotta sarda con zafferano e limone. Questi deliziosi ravioli aromatici sono ripieni di ricotta di pecora, zafferano e scorza di limone. Rispetto a molte ricette di ravioli fatte in casa, questo della Sardegna è abbastanza semplice da preparare. Conosciuti come cruxionis de arrascottu nel dialetto locale, i ravioli di ricotta sardi sono tradizionali a Natale e in altre festività.

Ravioli di ricotta sarda con zafferano e limone: diversi tipi

I Ravioli li trovare tipi locali di ravioli in tutta Italia, in particolare nel nord e nel centro del paese. Tuttavia, non sono sempre chiamati ravioli e non sono tutti quadrati. In alcune regioni, i ravioli possono essere rotondi o semicircolari (mezzelune che significa mezze lune). Anche se alcuni ravioli a mezzaluna hanno altri nomi a seconda di dove sono tradizionali, ad esempio cjarsons del Friuli e casunziei nelle Dolomiti.

Anche alcuni tipi di ravioli quadrati sono chiamati qualcos’altro, come gli agnolotti pavesi di Pavia e gli agnolotti piemontesi del Piemonte. Poi ci sono i ravioli rettangolari spesso chiamati tortelli. Anche se i tortelli possono essere quadrati.

Beh, gli italiani producono pasta ripiena di tipo ravioli da centinaia di anni da molto prima che l’Italia fosse un paese. Quindi, credo, sia comprensibile come ogni regione abbia sviluppato i propri particolari tipi di pasta ripiena e li abbia nominati usando parole del dialetto locale.

Ravioli in Sardegna

Come in altre regioni, la Sardegna ha tipi locali di pasta ripiena, come questi ravioli di ricotta con zafferano e limone. Un altro noto raviolo sardo è ‘culurgiones ogliastrini’, chiamato anche solo culurgionis. Quei ravioli sono più complicati da fare poiché l’impasto viene pieghettato per formare una forma piuttosto unica.

L’altra cosa che rende unici i ravioli sardi è che non sono tradizionalmente fatti con farina di grano tenero e uova. I sardi fanno i loro ravioli con farina di semola di grano duro, un po’ di olio d’oliva e acqua. Almeno, questo è il vecchio modo. Al giorno d’oggi, alcune persone aggiungono uova o tuorli d’uovo all’impasto della pasta.

La semola di grano duro è un po’ più difficile da lavorare rispetto alla farina di grano tenero, ma la pasta risultante mantiene davvero bene la sua forma. Tuttavia, puoi anche preparare questi ravioli di ricotta sarda usando farina di grano tenero e uova come nella mia ricetta di ravioli di pesce al forno. Ripieno di ricotta, zafferano e limone.

Altri ingredienti per questo raviolo sardo

Il ripieno per questo raviolo sardo è super semplice da preparare perché non devi cucinarlo. Molte ricette di ravioli richiedono molto tempo perché il ripieno è fatto con carne o pesce precotti. Questo richiede ricotta fresca, tradizionalmente ricotta di pecora. Tuttavia, puoi usare invece la ricotta di latte vaccino. La Sardegna ospita 4 milioni di pecore ed è dove viene prodotta la maggior parte del Pecorino Romano. Quindi, come puoi immaginare, la ricotta di pecora è più tradizionale lì.

Il secondo ingrediente di riempimento è lo zafferano. Questo è anche molto tradizionale in Sardegna perché la regione è una delle parti d’Italia in cui si coltiva lo zafferano. Infatti, alcune paste tradizionali sarde, come il malloreddus, sono spesso fatte con lo zafferano nell’impasto della pasta. Ho usato fili di zafferano abruzzesi da dove proviene il miglior zafferano d’Italia. Puoi anche usare lo zafferano macinato.

L’ingrediente principale finale per il ripieno è la scorza di limone. Tuttavia, alcune ricette includono anche l’arancia. Altri chiedono solo scorza d’arancia. Ho usato solo limone. Naturalmente, è meglio usare limoni biologici o non cerati con buccia commestibile.

Altre versioni dei ravioli di ricotta sarda.

Oltre all’aggiunta di scorza d’arancia come ho detto sopra, alcune ricette per questo raviolo includono verdure come spinaci, borragine o ortiche. Ho anche visto ricette che includono la menta invece dello zafferano. Molte ricette di ravioli di ricotta sarda hanno anche zucchero nel ripieno. Questi ravioli più dolci sono spesso fritti e serviti con miele e scorza di agrumi. I sardi chiamano questa versione fritta dolce ‘Curruxionisi drucisi frittusu’.

La salsa per i ravioli di ricotta sardegna

ho visto questi ravioli serviti con un ragù di carne, ma tradizionalmente i sardi li mangiano con una salsa di pomodoro. Ho fatto una salsa super semplice con solo cipolle, passata di pomodoro e basilico. Penso che un ragù di carne coprirebbe il sapore aromatico di questi ravioli. Ragu funzionerebbe meglio con i ravioli di ricotta che hanno anche spinaci nel ripieno.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com