Quali sono le infezioni delle vie urinarie nei cani?

Quali sono le infezioni delle vie urinarie nei cani? Le infezioni del tratto urinario (UTI) nei cani sono solitamente causate da batteri nelle urine. Esistono UTI inferiori e superiori, ma le UTI inferiori sono più comuni. Le IVU inferiori colpiscono la vescica e/o, nei cani maschi, la prostata. Le IVU superiori colpiscono i reni e/o gli ureteri (i tubi che drenano l’urina dai reni alla vescica).

Le IVU nei cani sono considerate acute o croniche. Le IVU acute di solito si verificano raramente e sono facili da trattare con antibiotici e antidolorifici. Le IVU croniche sono definite come tre o più episodi di IVU in un anno, o due o più episodi di IVU entro un periodo di sei mesi.

Un UTI è anche considerato cronico se non può essere completamente eliminato con la terapia antibiotica. Le IVU croniche possono essere frustranti e, sebbene siano spesso trattate e risolte, tendono a ripresentarsi.

I sintomi delle infezioni delle vie urinarie nei cani

I sintomi delle infezioni delle vie urinarie del cane derivano da infiammazione e dolore dovuti ai batteri che invadono la parete della vescica.

I segni di una UTI nei cani possono includere:

Minzione inappropriata (come incidenti in casa o gocciolamento di urina)

Minzione frequente

Sforzarsi di urinare con solo una piccola quantità di produzione di urina

Sangue nelle urine

Aumento della sete e della minzione

Nei casi più gravi, in cui l’infezione si sposta nei reni di un cane, potresti vedere:

Letargia

Mancanza di appetito

Febbre

Vomito

Cause delle infezioni delle vie urinarie nei cani

Ci sono trilioni di batteri che vivono nell’ambiente. I genitali esterni di un cane trattengono molti batteri dal contatto diretto con l’ambiente, leccandosi/contatto con la bocca e normali batteri presenti sulla pelle. Un UTI si forma quando i batteri entrano nell’uretra di un cane dai genitali esterni ed entrano nella vescica.

Una vescica sana ha meccanismi di difesa che aiutano a prevenire che i batteri causino un’infezione. Questi meccanismi abbattono la maggior parte dei tipi di batteri. Tuttavia, quando questi meccanismi non funzionano bene o vengono scomposti a causa di questa invasione, i batteri penetrano nella parete vescicale, causando infiammazione e dolore. Virus e funghi possono occasionalmente invadere anche la parete vescicale, con effetti simili.

Le IVU acute nei cani sono solitamente causate da batteri che salgono nell’uretra e infettano la vescica.

Le IVU croniche possono essere dovute a una serie di cause sottostanti:

Malattie renali

Diabete mellito

Pietre vescicali

Malformazioni vulvari

Tumori delle vie urinarie

Polipi benigni delle vie urinarie

Problemi congeniti

Malattia neurologica

La malattia di Cushing

Un problema di incontinenza urinaria

Una reazione ai farmaci immunosoppressori

Cani inclini alle infezioni delle vie urinarie

Qualsiasi razza di cane può sviluppare un’infezione del tratto urinario, ma le femmine sviluppano infezioni delle vie urinarie più comunemente rispetto ai cani maschi.

I cani maschi hanno un’uretra più lunga, che richiede ai batteri di viaggiare più lontano per invadere la vescica. Immagina i batteri che si stancano durante il loro lungo viaggio e rinunciano al loro viaggio o muoiono prima di arrivare a destinazione.

Le razze canine che sono soggette a calcoli alla vescica (calcoli cistici) sono più inclini alle IVU in generale, specialmente alle IVU croniche e ricorrenti. Ciò è dovuto alle pietre che rotolano nella vescica di un cane e ne rompono i meccanismi di difesa, causando infiammazioni.

Le razze predisposte a infezioni delle vie urinarie croniche secondarie a calcoli vescicali includono:

Shih Tzu

Bichon Frisé

Yorkshire terrier

dalmati

Carlini

Bulldog francesi

Schnauzer miniatura

Schnauzer standard

Barboncini in miniatura

Come i veterinari diagnosticano le infezioni delle vie urinarie nei cani

Esistono molti modi per capire se un cane ha una UTI e per indagare sulle cause alla base del motivo per cui si è verificata un’infezione in primo luogo. È importante ottenere una diagnosi definitiva ogni volta che c’è evidenza di malattia del tratto urinario, altrimenti le UTI possono ripresentarsi.

Ecco i modi in cui i veterinari testano le infezioni delle vie urinarie nei cani.

Raccolta di urina

Esistono quattro metodi con cui il veterinario può raccogliere l’urina del tuo cane per il test delle vie urinarie:

La cattura gratuita è quando l’urina viene catturata direttamente mentre il tuo cane fa la pipì.

Il piano del tavolo raccoglie l’urina dopo che il tuo cane ha fatto pipì su una superficie, come un tavolo.

La cistocentesi consiste nel raccogliere sterile l’urina tramite un ago, aspirandola direttamente dalla vescica. (Spesso, questo è guidato da un’ecografia.)

Il cateterismo uretrale è la raccolta delle urine tramite un catetere inserito sterile.

L’opzione migliore è la cistocentesi, poiché il modo più sterile per ottenere un campione di urina è direttamente dalla vescica. Ricorda: poiché un gran numero di batteri vive normalmente nell’ambiente e sui genitali esterni di un cane, il campionamento da tavolo e da cattura libera può rivelare altre contaminazioni batteriche che rendono difficile determinare se esiste veramente un’infezione delle vie urinarie.

Esame delle urine

Esistono due modi principali in cui il veterinario può testare l’urina del tuo cane per le infezioni delle vie urinarie.

Analisi delle urine

L’analisi delle urine è un importante strumento di screening per i cani, indipendentemente dal fatto che si sospetti o meno un’infezione delle vie urinarie. Spesso fa parte del test di base eseguito sul tuo cane durante il suo esame sanitario annuale.

L’analisi delle urine è un test di screening generale, che esamina l’urina per quanto segue:

pH

Peso specifico (una misura della capacità di concentrazione dei reni)

Proteina

Sangue

globuli bianchi

Glucosio (zucchero)

Chetoni (composti prodotti dalla disgregazione dei grassi nel corpo)

Particelle come cellule, batteri e cristalli

Più comunemente, i veterinari diagnosticano le infezioni delle vie urinarie nei cani trovando un numero elevato di globuli bianchi, sangue e proteine ​​nelle urine e un basso peso specifico delle urine. I batteri non sono sempre visibili nei campioni di urina nelle prime fasi di un’infezione delle vie urinarie, poiché i globuli bianchi possono ingerirli, nascondendoli efficacemente alla vista microscopica.

Urinocoltura e test di sensibilità (o sensibilità)

Un’urinocoltura e un test di sensibilità sono il gold standard per la diagnosi delle UTI e l’unico test che può veramente confermare un’infezione delle vie urinarie nei cani. Se il tuo veterinario sospetta che il tuo cane abbia una UTI, dovrebbe ottenere un campione di urina sterile mediante cistocentesi e inviarlo per un test di coltura e sensibilità.

Per eseguire questo test, i veterinari incubano una piccola quantità di campione di urina su una speciale piastra media e monitorano la crescita batterica per 1-3 giorni. Qualsiasi crescita di batteri sulla piastra media conferma un UTI.

I test colturali e di suscettibilità rivelano anche il tipo e la quantità di batteri nel campione. Una volta confermato, il veterinario esegue test di sensibilità agli antibiotici per determinare quali antibiotici sono i migliori per trattare il tipo di batteri presenti.

Diagnosi delle IVU acute

Per le IVU acute, molti veterinari inizieranno con un’analisi delle urine e talvolta la tratteranno anche con un antibiotico ad ampio spettro. Tuttavia, un’urinocoltura e un test di sensibilità sono più affidabili e il veterinario dovrebbe eseguirlo prima del trattamento in caso di dubbi sulla presenza di un’infezione delle vie urinarie.

Il trattamento con un antibiotico inappropriato o somministrare al tuo cane un antibiotico senza una UTI diagnosticata può essere dannoso, in quanto può portare a resistenza agli antibiotici in futuro.

Diagnosi delle IVU croniche

Per le IVU croniche, il tuo cane sarà sottoposto sia all’analisi delle urine che a un’urinocoltura. Spesso, il veterinario eseguirà ulteriori test diagnostici per indagare sulle cause alla base della recidiva dell’UTI. Questi test possono includere:

Analisi del sangue complete per aiutare a escludere malattie renali, morbo di Cushing e diabete mellito come possibili fattori contribuenti.

Radiografie addominali (raggi X), che possono rivelare alcuni tipi di calcoli alla vescica. Tuttavia, alcune pietre non sono visibili ai raggi X.

Ecografia addominale per valutare lo spessore della parete vescicale e per identificare calcoli vescicali, calcoli uretrali, malattie renali, calcoli renali, problemi alla prostata, tumori e polipi benigni della vescica e problemi alla prostata.

Cistoscopia, che fornisce la visualizzazione diretta dell’uretra e del rivestimento della vescica attraverso una procedura sterile eseguita in anestesia generale. Le biopsie di qualsiasi massa e/o della parete vescicale possono essere ottenute anche mediante cistoscopia.

Trattamento per le infezioni delle vie urinarie nei cani

Sulla base dei risultati del test delle urine del tuo cane, il veterinario ti prescriverà un antibiotico appropriato da somministrare come indicato.

Per le IVU acute, i veterinari di solito prescrivono un antibiotico (più comunemente una penicillina o un fluorochinolone) per 1-2 settimane. Se l’urinocoltura e il test di sensibilità rivelano batteri resistenti, il trattamento includerà un antibiotico trovato per combattere quel particolare batterio.

Per eliminare l’infezione per le IVU croniche, il trattamento affronterà la causa sottostante. Gli antibiotici vengono generalmente prescritti per 4-8 settimane e si basano sull’urinocoltura e sulla sensibilità per evitare la resistenza agli antibiotici. In rari casi di infezioni delle vie urinarie croniche, il veterinario può prescrivere un antibiotico per tutta la vita per il comfort del tuo cane.

Il veterinario può anche prescrivere antidolorifici, antinfiammatori e integratori probiotici per aiutare a curare e eliminare le infezioni.

Recupero e gestione delle UTI nei cani

Il veterinario dovrebbe testare l’urina del tuo cane dopo la terapia antibiotica per le infezioni delle vie urinarie acute e croniche. In alcuni casi di infezioni delle vie urinarie croniche, il test delle urine verrà eseguito anche durante il trattamento, oltre che in seguito, per valutare la quantità di batteri.

Una volta che il test delle urine conferma che un’infezione delle vie urinarie è stata risolta, non è necessario alcun ulteriore trattamento per i cani con infezioni delle vie urinarie acute. Se il tuo cane ha un’infezione delle vie urinarie cronica, può assumere integratori del tratto urinario e probiotici per evitare che si ripetano.

Se il veterinario diagnostica una condizione medica sottostante, il trattamento mirerà a controllarla per evitare infezioni delle vie urinarie ricorrenti. Ecco alcuni esempi di possibili problemi sottostanti e dei loro potenziali trattamenti:

Diabete mellito: terapia insulinica e cambiamenti nella dieta

Malattie renali: cambiamenti nella dieta, gestione della pressione sanguigna e fluidoterapia (a seconda dello stadio della malattia)

Anormale conformazione vulvare: correzione chirurgica e/o pulizia quotidiana della regione perivulvare (genitali)

Cristalli urinari: aumento dell’assunzione di acqua, integratori del tratto urinario e talvolta una dieta di dissoluzione (che aiuta a dissolvere i cristalli)

Calcoli vescicali: rimozione chirurgica tramite cistotomia o, in alcuni casi, una dieta di dissoluzione (per aiutare a dissolvere i calcoli vescicali)

Masse delle vie urinarie: asportazione chirurgica e/o protocolli chemioterapici

Ogni cane con una UTI dovrebbe essere valutato caso per caso poiché ci sono tanti fattori che possono contribuire al dolore e all’infiammazione.

Leggi anche Perché il mio cane non mangia?

Domande frequenti sulle UTI nei cani

Come fanno i veterinari a testare le infezioni delle vie urinarie nei cani?

Il test delle urine per le infezioni delle vie urinarie include un’analisi delle urine e un’urinocoltura con sensibilità. Se il veterinario sospetta che le condizioni mediche sottostanti stiano causando infezioni delle vie urinarie croniche, il tuo cane potrebbe sottoporsi a esami del sangue completi, radiografie addominali (raggi X) e anche un’ecografia addominale e/o una cistoscopia.

Quanto tempo ci vuole perché gli antibiotici agiscano per le UTI nei cani?

Di solito, i cani iniziano a mostrare miglioramenti entro 48-72 ore dall’inizio di un’appropriata terapia antibiotica. Gli antidolorifici possono aiutare il disagio e lo sforzo quasi immediatamente.

Come tratti le UTI nei cani?

Le infezioni delle vie urinarie vengono trattate con antibiotici, antidolorifici e probiotici. I veterinari prescrivono un antibiotico in base ai risultati dei test delle urine per ottenere il miglior risultato ed evitare la resistenza agli antibiotici. Per le IVU croniche nei cani, deve essere trattata anche la causa sottostante.

Il cibo può causare infezioni delle vie urinarie nei cani?

Il cibo non causa UTI nei cani. Tuttavia, alcuni alimenti possono modificare il pH delle urine e rendere i cani inclini alla formazione di cristalli urinari o calcoli alla vescica. Cristalli e pietre causano infiammazioni nella vescica che possono eventualmente portare a infezioni delle vie urinarie.

Quali sono le cause delle infezioni delle vie urinarie nei cani maschi?

I cani maschi castrati raramente sviluppano infezioni delle vie urinarie. I cani maschi intatti sono a rischio di problemi alla prostata, che possono portare a infezioni delle vie urinarie. Il diabete mellito sottostante, le malattie renali, la malattia di Cushing, i problemi neurologici, i calcoli alla vescica e le masse vescicali (tumori benigni o maligni) aumentano il rischio di infezione delle vie urinarie nei cani maschi.

Qual è il miglior antibiotico per le UTI nei cani?

Il miglior antibiotico per le infezioni delle vie urinarie nei cani si basa sull’urinocoltura e sui risultati della sensibilità. Amoxicillina , Clavamox® , trimetoprim sulfa ed enrofloxacina sono gli antibiotici più comuni usati per trattare le infezioni delle vie urinarie nei cani.

Quali sono le cause delle infezioni delle vie urinarie frequenti nei cani?

Le infezioni delle vie urinarie frequenti (croniche) nei cani sono quasi sempre causate da un problema medico sottostante. Questi includono malattie renali, diabete mellito, calcoli alla vescica, malformazioni vulvari, tumori delle vie urinarie, polipi benigni delle vie urinarie, problemi congeniti, incontinenza fecale e urinaria, malattie neurologiche che causano il non svuotamento completo della vescica, malattia di Cushing, reazioni a farmaci immunosoppressori e problemi di incontinenza urinaria.

Lo stress può causare infezioni delle vie urinarie nei cani?

Lo stress non è considerato una causa comune di UTI nei cani. Uno stress grave può causare infezioni delle vie urinarie nei cani deprimendo il sistema immunitario o causando ritenzione urinaria, ma ciò non è stato scientificamente dimostrato.

 

Fonte PetMd

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.