Lesioni agli occhi nei cani

Lacerazioni corneali e sclerali nei cani. Lesioni agli occhi nei cani da non sottovalutare e nemmeno tanto rare. La cornea è lo strato esterno trasparente nella parte anteriore (anteriore) dell’occhio. La sclera, il bianco dell’occhio, è composta da una copertura dura che protegge il bulbo oculare. In termini medici, una lesione penetrante è una ferita o un oggetto estraneo che entra nell’occhio ma non passa completamente attraverso la cornea o la sclera. Una lesione perforante, invece, è una ferita o un corpo estraneo che attraversa completamente la cornea o la sclera. Inutile dire che quest’ultimo è un rischio maggiore per la vista.

 

In termini medici, una semplice lesione coinvolge solo la cornea o la sclera e può essere penetrante o perforante. Altre strutture oculari non sono ferite in una semplice lesione. Una lesione complicata perfora l’occhio e coinvolge altre strutture oculari oltre alla cornea o alla sclera. In effetti, può colpire una o tutte le parti dell’occhio. L’intero strato intermedio del bulbo oculare che contiene i vasi sanguigni e che è composto dall’iride, l’area tra l’iride e la coroide – lo strato tra la sclera e la retina – può essere danneggiato da una complicata lesione perforante . Potrebbero esserci anche traumi alla lente, che porteranno a cataratta o lacerazioni alla palpebra.

La condizione o la malattia descritta in questo articolo medico può colpire sia cani che gatti. Se desideri saperne di più su come questa malattia colpisce i gatti, visita questa pagina nella libreria della salute di PetMD.

Sintomi e tipi

I sintomi di una lesione al bulbo oculare possono essere rappresentati dall’improvviso dei sintomi (p. es., scalpitare l’occhio, sbattere le palpebre rapidamente, gonfio, infiammato); sangue nell’occhio, o una massa piena di sangue (ematoma sottocongiuntivale), lasciato da una lacerazione sigillata; un oggetto estraneo nell’occhio che può essere rilevato visivamente; la pupilla è distorta, reagisce in modo anomalo o ha una forma diversa; la copertura trasparente anteriore del bulbo oculare, la cornea, è annebbiata (cataratta); o, l’occhio è sporgente. Ognuno di questi sintomi può essere indicativo di una lesione agli occhi.

Lesioni agli occhi nei cani le cause

Le cause di una lesione agli occhi sono tutte intorno, ma seguono alcuni degli eventi più comuni che portano a una lesione:

Quando il tuo cane ha corso attraverso una fitta vegetazione Sparo, fuochi d’artificio o altri proiettili rapidi nelle vicinanze del cane Compromissione visiva preesistente o deformità nella struttura dell’occhio Cani giovani, ingenui o molto eccitabili che non hanno imparato la cautela Combatte con altri animali; in particolare, i gatti graffieranno i volti dei cani

Diagnosi

Se il veterinario trova un oggetto estraneo nell’occhio, verrà determinato un trattamento appropriato. La natura, la forza e la direzione dell’impatto dell’oggetto aiuteranno a identificare quali tessuti potrebbero essere coinvolti. Verrà valutata la risposta visiva a una minaccia (cioè, sbattere le palpebre in risposta a un oggetto che viene avvicinato all’occhio), così come l’avversione alla luce intensa. Gli alunni saranno esaminati per dimensioni, forma, simmetria e riflessi di luce. Se non viene trovato un oggetto estraneo, il veterinario prenderà in considerazione un’ulcera della cornea o qualche altra causa naturale che colpisce l’occhio, prima di esaminare il trauma nelle parti più profonde dell’occhio.

Trattamento

Il corso del trattamento dipenderà dalla gravità della lesione e dalla parte dell’occhio che è stata lesa. Se la ferita non è perforante e non ha bordi o aperture, viene spesso prescritto un collare elisabettiano per evitare che il cane si gratti l’occhio, insieme a soluzioni oculari antibiotiche o atropina. Le ferite non perforanti che presentano una lieve rottura del tessuto o una perforazione puntiforme della ferita possono essere trattate con una lente a contatto morbida, un collare elisabettiano e soluzioni antibiotiche o atropina.

Le lesioni che richiedono esplorazione chirurgica o riparazione sono le seguenti:

Lacerazioni corneali a tutto spessore Ferite a tutto spessore con coinvolgimento dell’iride Lacerazioni sclerali o corneosclerali a tutto spessore Oggetto estraneo ritenuto o rottura della sclerale posteriore (bianco dell’occhio) Ferita semplice non perforante con bordi moderatamente o apertamente rotti e lunghi, o più di due terzi dello spessore corneale Il veterinario prescriverà farmaci adatti alla gravità della ferita. Di solito vengono prescritti antibiotici, farmaci antinfiammatori e analgesici per il dolore.

Vivere e gestire le lesioni agli occhi nei cani

Le ferite profonde o ampie che non suturate devono essere ricontrollate ogni 24-48 ore per i primi giorni. Se la ferita penetrante è superficiale, si consiglia di ricontrollare ogni tre-cinque giorni fino a quando non è guarita.

Lesioni agli occhi nei cani per quanto riguarda la prevenzione da non sottovalutare e nemmeno tanto rare , fai attenzione quando introduci nuovi cuccioli nelle famiglie con gatti. Scoraggia il tuo cane dal correre attraverso una fitta vegetazione. Riduci al minimo l’esposizione di un cane ipovedente o cieco alla fitta vegetazione. Se ti trovi in ​​un’area che comporta il rischio di trasmissione di detriti agli occhi, come aree boschive, spiagge, ecc., sarebbe una buona idea avere una bottiglia di collirio salino per irrigare i detriti estranei dall’occhio.

La maggior parte degli occhi con lacerazioni corneali o un oggetto estraneo trattenuto nella cornea sono recuperabili. Più la lesione è arretrata, peggiore è la prognosi per la ritenzione della vista. Casi che giustificherebbero una prognosi sfavorevole, ad esempio, sarebbero una lesione della membrana bianca esterna del bulbo oculare, la sclera, o della parte fluida, lo strato vascolare del bulbo oculare; se non c’è percezione della luce; una lesione perforata che coinvolge la lente; una significativa emorragia nel vitreo, il gel trasparente che riempie lo spazio tra il cristallino e la retina del bulbo oculare; o, distacco di retina. Le lesioni penetranti di solito hanno una prognosi migliore rispetto alle lesioni perforanti e i traumi contundenti hanno una prognosi peggiore rispetto ai traumi acuti.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.