La Madonna a Medjugorje parla di Fatima, il messaggio

La Madonna a Medjugorje parla di Fatima: il messaggio della Vergine sulla sua apparizione avvenuta a Suor Lucia e ci dice cosa dobbiamo fare.

Gesù, convocata di nuovo la folla, disse loro: «Ascoltatemi tutti e intendete. Nulla di ciò che entra dall’esterno può contaminare quella persona; ma ciò che contamina sono le cose che escono dal di dentro”. Marco 7:14–15

Cosa c’è dentro di te? Cosa c’è nel tuo cuore? Il vangelo di oggi si conclude con un elenco di vizi che tristemente vengono da dentro: «cattivi pensieri, impudicizia, furto, omicidio, adulterio, cupidigia, malizia, inganno, licenziosità, invidia, bestemmia, superbia, stoltezza». Naturalmente, nessuno di questi vizi è desiderabile se guardato obiettivamente. Sono tutti piuttosto ripugnanti. Eppure troppo spesso sono peccati con cui le persone affrontano regolarmente in un modo o nell’altro.

Prendi l’avidità, per esempio. Se compreso chiaramente, nessuno vuole essere conosciuto come un avido. È un attributo vergognoso da avere. Ma quando l’avidità non è vista come avidità, è facile cadere nella trappola di viverla. Chi è avido desidera una quantità eccessiva di questo o quello. Più soldi, una casa migliore, un’auto più bella, vacanze più lussuose, ecc. Quindi, quando una persona agisce in modo avido, l’avidità non sembra indesiderabile. È solo quando l’avidità viene guardata in modo oggettivo che viene compresa per quello che è.

La Madonna a Medjugorje parla di Fatima

Rinnovate le due preghiere insegnate dall’angelo della pace ai pastorelli di Fatima: “Santissima Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo, vi adoro profondamente e vi offro il preziosissimo corpo, sangue, anima e divinità di Gesù Cristo, presente in tutti i tabernacoli della terra, in riparazione degli oltraggi, sacrilegi e indifferenze da cui egli stesso è offeso. E per i meriti infiniti del suo Sacratissimo Cuore e per intercessione del Cuore Immacolato di Maria, vi chiedo la conversione dei poveri peccatori”.

 

“Mio Dio, io credo e spero, ti amo e ti ringrazio. Ti chiedo perdono per chi non crede e non spera, non ti ama e non ti ringrazia”. Rinnovate anche la preghiera a San Michele: “San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia. Sii tu il nostro sostegno contro la perfidia e le insidie del demonio. Che Dio eserciti il suo dominio su di lui, te ne preghiamo supplichevoli. E tu, principe della milizia celeste, con la potenza divina, ricaccia nell’inferno Satana e gli altri spiriti maligni i quali errano nel mondo per perdere le anime”. (Messaggio del 5 Luglio 1985).

Rifletti, oggi, su questo elenco di peccati identificati da nostro Signore

In questo Vangelo, nominando questo lungo elenco di vizi, Gesù ci fa un incredibile atto di misericordia. Ci scuote e ci chiama a fare un passo indietro e guardare al peccato per quello che è. Gesù chiarisce anche che quando si vive uno o più di questi vizi, ci si contamina. Diventi avido, bugiardo, crudele, pettegolo, odioso, arrogante, ecc. Oggettivamente parlando, nessuno lo vuole.

 

Cosa c’è in quella lista di vizi con cui lotti di più? Cosa vedi nel tuo cuore? Sii onesto con te stesso davanti a Dio. Gesù vuole che il tuo cuore sia puro e santo, libero da queste e da ogni sporcizia. Ma a meno che tu non sia in grado di guardare al tuo cuore con onestà, sarà difficile rifiutare il peccato con cui lotti.

Rifletti, oggi, su questo elenco di peccati identificati da nostro Signore. Considera ognuno e permetti a te stesso di vedere ogni peccato per quello che è veramente. Consenti a te stesso di disprezzare questi peccati con una santa ira e poi volgi gli occhi a quel peccato con cui lotti di più. Sappi che mentre vedi consapevolmente quel peccato e lo rifiuti, nostro Signore inizierà a rafforzarti e purificare il tuo cuore in modo che tu possa essere liberato da quella contaminazione e diventare, invece, il meraviglioso figlio di Dio che sei stato creato per essere.

Preghiera

Mio misericordioso Signore, aiutami a vedere il peccato per quello che è. Aiutami, in particolare, a vedere il mio peccato, quel peccato nel mio cuore che mi contamina come Tuo caro figlio. Mentre vedo il mio peccato, dammi la grazia di cui ho bisogno per rifiutarlo e per rivolgermi a Te con tutto il mio cuore in modo che io possa diventare una nuova creazione nella Tua grazia e misericordia. Gesù io credo in te!

Fonte

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com