Ansia nei bambini: i cani possono aiutare

I cani possono aiutare i bambini a far fronte all’ansia. Le relazioni uomo-animale sono estremamente forti e non si può negare che gli animali domestici e la salute mentale vanno di pari passo. Secondo un sondaggio Harris del 2015, il 95% dei proprietari di animali domestici, indipendentemente dall’età, considera il proprio animale un membro della famiglia. Gli animali domestici portano gioia a bambini, adolescenti, adulti e anziani e, di conseguenza, animali domestici e salute mentale sono indissolubilmente legati.

La ricerca supporta anche questi benefici degli animali domestici, poiché molti casi di ricerca scientifica hanno dimostrato i benefici per la salute mentale di tenere un cane o un gatto. Gli animali possono aiutare nel trattamento didepressione,ansia, efatica. Forniscono anche compagnia e aiutano ad alleviare la solitudine, per non parlare della fornitura di tanta gioia e amore incondizionato.

Bambini e ansia: accarezzare un animale abbassa il cortisolo

Interagire con un cane amichevole abbassa i livelli di cortisolo, che è un ormone dello stress. Promuove anche il rilascio di ossitocina, un ormone nel corpo che allevia naturalmente lo stress. È per questo motivo che la terapia assistita dagli animali è così efficace.

Maneggiare o toccare un animale domestico diminuisce la pressione sanguigna perché è un’esperienza sensoriale, che tende ad abbassare i livelli di stress. La ricerca ha anche dimostrato che i cani possono aiutare i bambini iperattivi o aggressivi a calmarsi.

Un gruppo di studio di adulti stressati è stato incaricato di accarezzare un coniglio, una tartaruga o un giocattolo. Il giocattolo non reagiva quando veniva toccato, mentre accarezzare il coniglio o la tartaruga riduceva la tensione. Si scoprì che anche coloro che non amavano molto gli animali ne avevano raccolto i frutti.

Bambini e ansia: l’interazione con i cani riduce gli ormoni dello stress

Accarezzare e giocare con gli animali riduce le sostanze chimiche legate allo stress, secondo gli studi sugli animali domestici e sulla salute mentale. Questi vantaggi possono essere realizzati dopo soli cinque minuti di interazione con un animale domestico. Di conseguenza, gli animali domestici possono essere estremamente utili per chi soffre di ansia.

I nostri livelli di serotonina e dopamina aumentano quando giochiamo con un cane o un gatto. Questi sono ormoni che aiutano il sistema nervoso a rilassarsi e calmarsi. Possiamo anche aiutare a innescare il rilascio di questi “ormoni della felicità” sorridendo e ridendo del comportamento affascinante dei nostri animali domestici.

Ansia

I cani possono aiutare i bambini a far fronte all’ansia

Secondo uno studio di ricerca dei Centers for Disease Control and Prevention, avere un cane da compagnia può aiutare i bambini a far fronte all’ansia.

Alla ricerca hanno preso parte in totale 643 bambini; poco più della metà di loro aveva cani come animali domestici. I ricercatori hanno misurato il BMI (indice di massa corporea), i livelli di ansia, il tempo sullo schermo e l’attività fisica dei bambini.

Hanno scoperto che l’IMC, il tempo davanti allo schermo e l’attività fisica dei bambini erano tutti simili, indipendentemente dal fatto che avessero animali domestici o meno. I loro livelli di ansia, tuttavia, non erano gli stessi. In effetti, un test di screening per l’ansia ha rilevato che il 21% dei giovani che non avevano un cane da compagnia era “positivo”, ma solo il 12% dei giovani con cani ha ottenuto un punteggio “positivo” per l’ansia.

I cani sembrano avere un impatto positivo dimostrabile sullo stress e sull’ansia dell’infanzia e i bambini che crescono con animali domestici hanno maggiori probabilità di diventare adolescenti felici e sani.

Gli animali domestici supportano il recupero dalla malattia mentale

I cani sono incredibilmente utili per le persone che stanno guarendo da gravi malattie mentali. In una nuova meta-analisi, i ricercatori hanno esaminato 17 studi accademici provenienti da nove diversi database medici in cui gli scienziati hanno scoperto prove che avere un animale domestico può aiutare le persone con malattie mentali. Osservando come gli animali domestici – gatti, cani, criceti, fringuelli e persino pesci rossi – hanno influenzato la salute mentale dei pazienti con malattie mentali, è stato notato che gli animali domestici dei partecipanti li hanno aiutati a gestire le proprie emozioni. Inoltre, ha distolto parte della loro attenzione dai segni e dai sintomi della loro malattia mentale.

Prendersi cura di un animale domestico dava ai proprietari un senso di controllo. Ha anche fornito loro un senso di sicurezza e routine.

“Ero un po’ suicida quando ero così depresso”, ha affermato un partecipante. “Il pensiero di cosa avrebbero fatto i conigli mi ha fatto fermare. Questa è stata la prima cosa che mi è venuta in mente… non posso andarmene perché i conigli hanno bisogno del mio aiuto”.

La dott.ssa Helen Brooks, autrice principale dello studio, ha dichiarato: “Gli animali domestici hanno fornito un tipo unico di convalida attraverso il supporto incondizionato, che spesso non ricevevano da altre interazioni familiari o sociali”. La dottoressa Brooks ei suoi colleghi sono giunti alla conclusione che avere un animale domestico è benefico per la salute mentale e dovrebbe essere incluso nei programmi di trattamento specifici dei pazienti.

Gli animali domestici aumentano la nostra autostima

Tre studi sui benefici della proprietà degli animali da compagnia sono stati recentemente condotti da psicologi della Miami University e della Saint Louis University, con i risultati pubblicati dall’American Psychological Association.

Secondo gli studi, i proprietari di animali domestici hanno migliorato il benessere in una varietà di categorie:

Migliore autostima
Più in forma fisicamente
Meno solitario
Più coscienzioso e meno preoccupato
Più estroverso
Paura ridotta
217 persone hanno partecipato al primo studio, che includeva domande sulla loro salute, tipo di personalità e stile di attaccamento. I proprietari di animali domestici erano anche più felici, più sani e più ben adattati rispetto a quelli che non possedevano un animale domestico.

Un secondo studio ha incluso 56 proprietari di cani. I pensieri dei proprietari di animali domestici sui loro animali domestici sono stati studiati dai ricercatori e hanno anche tenuto traccia della loro felicità. Un gruppo di partecipanti ha affermato che avere un cane li faceva sentire più connessi, sicuri di sé e significativi. Di conseguenza, questi partecipanti hanno avuto un senso di benessere generale più elevato rispetto agli altri.

Il terzo studio ha incluso 97 studenti universitari con un’età media di 19 anni in cui i ricercatori hanno scoperto che avere un animale domestico può aiutare gli adolescenti a far fronte al rifiuto. Gli adolescenti sono stati invitati a scrivere di un periodo della loro vita in cui si sono sentiti esclusi. È stata quindi data loro la possibilità di scrivere del loro animale domestico preferito, di un amato amico o di disegnare una mappa della loro scuola. In termini di superamento dei sentimenti di rifiuto, scrivere di animali domestici è risultato altrettanto utile quanto scrivere di un amico.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.