Guida agli oli di bellezza per la tua pelle. Perchè provarli?

Guida agli oli di bellezza per la tua pelle. La pelle è uno degli organi più importanti del corpo. È responsabile di prevenire la perdita di acqua, impedire ai batteri di entrare nel corpo, regolare la temperatura corporea e immagazzinare grasso e acqua.

Molte volte, la pelle lavora in perfetta armonia e svolge questi compiti contemporaneamente. Altre volte, ha bisogno di assistenza per reintegrare ciò che è perso. È qui che entra in gioco la cura della pelle. Mentre alcuni vedono i cosmetici principalmente come un mezzo per migliorare l’aspetto, servono anche a uno scopo funzionale.

Con i consumatori che si allontanano dai prodotti trasformati per la cura della pelle con dozzine di ingredienti per provare i prodotti naturali per la cura della pelle , gli oli naturali sono diventati sempre più popolari. Stiamo trattando alcuni dei migliori oli naturali per la tua pelle, cosa dovresti cercare e come evitare di soffrire di reazioni avverse o allergiche.

Quale strato di pelle è responsabile della ritenzione idrica?

Ci sono tre strati sulla tua pelle: uno strato superiore sottile (epidermide), uno spesso strato intermedio (derma) e uno strato inferiore (grasso sottocutaneo). Ogni livello ha un ruolo distinto. Lo strato intermedio della pelle contiene follicoli piliferi, ghiandole sudoripare e vasi sanguigni. È anche sede delle ghiandole sebacee che sono responsabili della produzione di olio e mantengono la pelle morbida, idratata e impermeabile.

Questa sostanza oleosa, chiamata sebo, è una miscela di trigliceridi, acidi grassi, cere e altri componenti che lubrificano la pelle e la aiutano a trattenere l’idratazione. A causa di fattori ambientali, fattori comportamentali o determinate condizioni mediche, troppa acqua può evaporare dalla pelle causando secchezza cutanea .

Introducendo oli sulla pelle, aggiungi uno strato di protezione che blocca l’umidità. Come bonus aggiuntivo, alcuni tipi di oli naturali sono ricchi di antiossidanti e hanno proprietà antinfiammatorie e antimicrobiche.

Quali oli fanno bene alla tua pelle?

Tutti gli oli non sono uguali. Di seguito, analizziamo più di una dozzina di diversi tipi di oli naturali che possono apportare benefici alla tua pelle. Parla con il tuo medico o dermatologo prima di utilizzare uno qualsiasi di questi prodotti come parte della tua routine di cura della pelle poiché i prodotti naturali possono comunque causare reazioni allergiche.

Molti degli oli elencati sono gli stessi che si trovano negli armadi da cucina. Gli oli da cucina tendono ad essere raffinati, quindi opta per oli spremuti a freddo o non raffinati se prevedi di usarli sulla pelle. Questo ti assicura di ricevere i massimi vantaggi.

Durante la ricerca di questi vari oli, vedrai parole come acido linoleico e acido oleico. Questi sono i due principali tipi di acidi grassi negli oli. Gli oli ricchi di acido linoleico tendono ad essere meno comedogenici, il che significa che hanno meno probabilità di ostruire i pori. Gli oli ricchi di acido oleico tendono ad essere più comedogenici, il che significa che hanno maggiori probabilità di ostruire i pori, specialmente per le persone con tipi di pelle grassa.

Oli di bellezza: olio di cocco

L’olio di cocco è ricco di grassi saturi, che lo mantengono allo stato solido a temperatura ambiente. L’alto contenuto di grassi, unito alle proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, lo rendono ideale per evitare che l’umidità lasci la pelle. L’olio di cocco è comedogeno, quindi può causare sfoghi sul viso. Tuttavia, l’olio di cocco non raffinato spremuto a freddo è sicuro da usare su altre parti del corpo.

Olio d’oliva

Ricco di vitamine A, D, E e K, l’olio d’oliva agisce anche come idratante e può aiutare a mantenere la pelle idratata. Molti tipi di olio d’oliva sono raffinati o una miscela di diversi tipi di oli. Riceverai i maggiori benefici dall’olio extravergine di oliva non raffinato e spremuto a freddo.

Oli di bellezza: olio di avocado

Gli avocado sono una buona fonte di fibre alimentari, vitamina C, vitamina K e folati. Sebbene abbiano più grasso della maggior parte dei frutti, gli avocado vantano il buon tipo di grasso: sono ricchi di acido linoleico e acido oleico. Gli oli estratti da questo frutto contengono gli stessi nutrienti, rendendolo un utile rimedio per la cura della pelle per la pelle secca.

Olio di jojoba

Dai un’occhiata alla tua bottiglia di crema solare la prossima volta che la usi e probabilmente vedrai l’olio di jojoba nell’elenco degli ingredienti. Se combinato con altri ingredienti, questo olio aiuta a migliorarne l’assorbimento. L’olio di jojoba è ricco di esteri di cera, che aiutano a prevenire la perdita d’acqua. Può aiutare a trattare vari tipi di dermatiti e ha proprietà antinfiammatorie.

Oli di bellezza: burro di karitè

Il burro di karitè viene estratto dalle noci di un albero di karitè, originario dell’Africa occidentale. Il prodotto finale è simile al burro di cacao in quanto rimane solido a temperatura ambiente prima di sciogliersi una volta che colpisce la pelle calda. Il burro di karitè è ricco di fenoli e steroli vegetali, che contengono proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

Olio dell’albero del tè

Molti oli naturali possono effettivamente peggiorare l’acne, ma non l’olio dell’albero del tè. Le proprietà antimicrobiche dell’olio dell’albero del tè aiutano a disinfettare i pori riducendo anche il gonfiore e l’infiammazione. Un po’ fa molto, però. Tamponare qualsiasi area con un batuffolo di cotone imbevuto di un po’ di olio di melaleuca.

Oli di bellezza: olio di menta piperita

Questa erba è un mix di menta d’acqua e menta verde. Gli oli delle foglie di menta piperita possono avere proprietà antinfiammatorie e antimicotiche, rendendolo un buon olio topico per alleviare le condizioni della pelle che producono prurito.

Olio di camomilla

Se utilizzata in tè e bevande a base di erbe, la camomilla può aiutare il corpo e la mente a rilassarsi. L’olio di camomilla agisce allo stesso modo per calmare la pelle e può essere usato per lenire la pelle arrossata e pruriginosa.

Oli di bellezza: olio di Marula

Questo olio, ricco di antiossidanti, proviene dall’albero di marula originario dell’Africa. L’olio di Marula è considerato un olio più leggero, quindi puoi usarlo sulla pelle grassa senza correre il rischio di peggiorare l’acne. Ciò è dovuto alle sue proprietà non comedogeniche che non ostruiscono i pori. L’olio di marula aiuta anche a trattenere l’umidità.

Olio di Argan

Un’aggiunta popolare a shampoo e altri prodotti per il bagno, l’olio di argan aiuta a idratare la pelle e vanta anche proprietà antiossidanti grazie alla vitamina E e agli acidi grassi omega.

Olio di semi d’uva

L’olio di semi d’uva è un altro olio da cucina popolare che funge anche da prodotto che puoi usare per la tua pelle. Ricco di acidi grassi omega, ha proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antimicrobiche. Puoi anche usarlo come idratante. Al momento della spesa, scegli olio di vinaccioli spremuto a freddo o non raffinato.

Olio di rosa canina

Estratto dai semi dei cespugli di rose selvatiche, l’olio di rosa canina può essere usato come idratante grazie alla sua capacità di idratare la pelle. Contiene anche beta carotene e vitamine C ed E. Le proprietà antinfiammatorie della rosa canina sono benefiche per le persone con malattie della pelle come l’eczema.

Oli di bellezza: Olio di rosmarino

Un’altra erba conosciuta più per i suoi usi culinari, il rosmarino è usato per curare l’acne e per promuovere capelli e pelle sani.

Origano

Questa popolare erba da cucina contiene oli che possono essere utili nella guarigione delle ferite sulla pelle.

I migliori oli naturali per la pelle secca

La maggior parte degli oli funziona bene con la pelle secca, poiché il loro obiettivo principale è sigillare l’umidità. Ce ne sono alcuni che spiccano, però. In generale, gli oli di cocco, rosa canina, oliva e argan aiutano a trattare la pelle secca. L’olio extra vergine di oliva, l’olio di cocco e la marula possono aiutare a trattare la pelle estremamente secca, soggetta a screpolature, sanguinamento e desquamazione.

L’olio di cocco, l’olio di marula e l’olio di avocado sono particolarmente utili poiché contengono alti livelli di acido oleico, che rende gli oli più densi e ricchi per intrappolare l’umidità. L’acido oleico, che si trova anche nell’olio di argan, può aiutare a bilanciare la produzione di sebo per garantire che l’umidità non lasci la pelle troppo rapidamente. L’olio di Argan è anche ricco di vitamina E per riparare i danni causati dalla pelle secca.

Se hai la pelle grassa che diventa secca, potresti voler evitare un olio comedogeno come l’olio di cocco. Questi tipi di olio possono ostruire i pori, specialmente sul viso, e causare sfoghi di acne. Invece, opta per oli più leggeri come l’argan, il jojoba o l’olio di semi d’uva. Questi oli si assorbono più rapidamente nella pelle e possono anche aiutare a lenire le zone secche prive di umidità.

Puoi mettere gli oli essenziali sulla tua pelle?

Tra i diffusori e l’immissione di gocce nei prodotti per la pulizia, gli oli essenziali continuano ad essere di gran moda in questi giorni.

Questo è solo l’inizio, però. Questi potenti estratti vengono utilizzati anche su parti del corpo per aiutare qualsiasi cosa, da graffi e tagli all’acne e ai muscoli doloranti. Ma sono sicuri da usare?

Evitare l’uso di oli essenziali puri direttamente sulla pelle . Come mai? Gli oli essenziali sono potenti perché ci vuole una grande quantità della pianta da cui derivano per produrre una piccola quantità di olio, rendendoli prodotti altamente concentrati. Ad esempio, per produrre mezzo chilo di olio possono essere necessarie centinaia di piante di citronella.

Leggi anche Cos’è l’olio di noci e come utilizzarlo per la cura della pelle?

Invece di applicare questi oli direttamente sulla pelle e rischiare una reazione avversa, diluisci gli oli in un olio vettore o in acqua in modo che non siano così potenti. Gli oli vettore sono generalmente oli vegetali neutri che agiscono come un modo per “trasportare” gli oli essenziali alle cellule della pelle. Gli esempi includono olio di semi d’uva, olio di jojoba o olio di avocado.

Gli oli essenziali possono comunque causare una reazione allergica , indipendentemente da quanto li diluisci, se hai la pelle sensibile o una storia di reazioni cutanee (brutta eruzione cutanea o orticaria). L’olio di origano, l’olio di citronella, l’olio di camomilla e l’olio di corteccia di cannella tendono a causare più reazioni allergiche rispetto ad altri oli essenziali.

Sebbene gli oli di agrumi siano sicuri da usare se diluiti, possono causare scottature se applicati prima di uscire. Usa questi oli come prima cosa al mattino o prima di andare a letto per evitare le scottature.

Oli come mandorle amare, mentuccia, salvia, sassofrasso, curcuma, sono potenzialmente tossici e non dovrebbero essere usati sulla pelle.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com