Gatti e ansia da separazione: quello che devi saper per la cura del tuo pet

Gatti e ansia da separazione: l’ansia da separazione, o comportamento correlato alla separazione, si verifica più comunemente con i cani, poiché sono una specie intrinsecamente sociale e quindi devono imparare che va bene essere lasciati a casa da soli. Se non viene loro insegnato questo, possono diventare angosciati quando vengono lasciati e mostrare comportamenti indesiderati o distruttivi.

I gatti sono più solitari per natura, quindi di solito non si preoccupano di essere lasciati soli per un po’, ma sono anche creature abitudinarie e abitudinarie. Se la loro routine cambia improvvisamente, ad esempio, il proprietario inizia a lasciare la casa per lunghi periodi dopo aver trascorso molto tempo a casa con lui, di conseguenza potrebbe provare frustrazione legata alla separazione, simile all’ansia da separazione.

È probabile che questo sia più comune nei gatti che non sono mai stati lasciati soli nella loro attuale casa per lunghi periodi, come i gatti che sono stati adottati o acquistati durante il blocco del COVID-19.

Sia nei gatti che nei cani, i comportamenti legati alla separazione possono essere collegati a quando un particolare membro della famiglia se ne va, anche se altre persone sono ancora in giro. Pertanto, anche se lasci il tuo gatto con qualcuno a casa, potresti comunque notare dei cambiamenti nel comportamento.

Segni di ansia da separazione nei gatti

Per scoprire se il tuo gatto sta diventando ansioso o frustrato quando viene lasciato solo, puoi provare a impostare una videocamera per registrarlo mentre non sei a casa e cercare le prove dei seguenti segni:

irrequietezza/incapacità di stabilirsi
vocalizzi/miagolanti eccessivi
essere più spaventato del normale da rumori forti/altri disturbi
rifiutando il loro cibo
nascondersi più del solito
fare il bagno al di fuori della lettiera
graffi eccessivi su mobili e suppellettili
in casi estremi, vomito o diarrea
Se noti un cambiamento nel comportamento del tuo gatto, portalo prima dal veterinario perché potrebbe esserci una causa medica che deve essere indagata. Se il tuo gatto è in buona salute, potrebbe avere problemi legati alla separazione.

“Alcuni animali domestici cambieranno passo e non si preoccuperanno troppo del tuo andare e venire”, ha detto Nicky. “Ma altri animali domestici potrebbero trovarlo più difficile da affrontare, in particolare gli animali domestici in isolamento che non hanno molta esperienza di stare da soli.

“I gatti possono sentirsi spaventati, ansiosi, frustrati, annoiati o addirittura depressi, tutte emozioni che causano stress. È importante capire le emozioni sottostanti del tuo gatto in quanto questo può aiutarti a capire come stanno affrontando eventuali cambiamenti improvvisi.

Come aiutare il tuo gatto

1. INTRODUCI UNA ROUTINE REGOLARE
I gatti sono creature di routine e trovano stressanti i cambiamenti improvvisi. Mantenere una routine regolare di pasti, giochi, tempi di riposo e così via può aiutarli a sentirsi più rilassati.

2. DAI LORO L’OPPORTUNITÀ DI GIOCARE DA SOLI
I gatti sono cacciatori naturali, quindi hanno bisogno di molta stimolazione mentale e fisica. Prova a lasciare fuori i giocattoli con cui giocare, scatole di cartone in cui esplorare o nascondersi e usa gli alimentatori di puzzle per i pasti. Puoi anche inserire un paio di cucchiai di erba gatta essiccata in un vecchio calzino, annodarlo saldamente e darlo al tuo gatto come giocattolo.

3. DIVERTITI PRIMA DI PARTIRE
Puoi aiutare il tuo gatto a bruciare un po’ di energia coinvolgendolo in qualche momento di gioco prima di partire. Prova a usare una canna da pesca giocattolo , i gatti adorano inseguirli e prendere parte a questo gioco energico, ma assicurati che siano conservati al sicuro fuori dalla portata del tuo gatto in seguito.

4. CONCEDI LORO UN ACCESSO SICURO ALL’ESTERNO
Ai gatti piace aggirarsi ed esplorare il loro territorio, quindi, ove possibile e sicuro, assicurati che il tuo gatto abbia un facile accesso a una gattaiola . Se il tuo gatto è stato dotato di microchip, potresti prendere in considerazione l’installazione di una gattaiola con microchip nella tua casa. Questi identificano i gatti che tentano di entrare nella tua casa scansionando il loro microchip e consentiranno l’ingresso solo a quelli il cui numero di microchip hai programmato nella gattaiola. Un ottimo acquisto per chi cerca di escludere gli intrusi.

5. AIUTALI A SENTIRSI AL SICURO QUANDO VENGONO LASCIATI SOLI
I gatti si sentono più al sicuro quando possono alzarsi in alto e osservare l’ambiente circostante, quindi assicurati che il tuo gatto abbia un posto dove alzarsi in sicurezza, come una torre per gatti, un davanzale trasparente o uno scaffale. Lasciare la radio o la televisione al minimo può aiutare alcuni gatti a rilassarsi e potresti anche usare un diffusore di feromoni, come Feliway , che emette un profumo rassicurante.

6. NON FARE UN GROSSO PROBLEMA CON LA PARTENZA
Potrebbe farci sentire meglio inondare il nostro animale domestico di abbracci e baci prima di partire, ma in realtà può farlo sentire più stressato. Invece, fai il minimo sforzo in modo che il tuo cane non si senta troppo stressato per la tua partenza.

7. APPORTA LE MODIFICHE GRADUALMENTE
Se sospetti che il tuo gatto stia mostrando segni di frustrazione legata alla separazione, è importante aumentare gradualmente la quantità di tempo che lo lasci in modo che possa adattarsi più facilmente. Ricorda, 15 minuti potrebbero non sembrare lunghi per noi, ma per un animale frustrato dall’essere lasciato solo può essere molto tempo. Inizia lasciandoli il più breve tempo possibile, magari in piedi fuori dalla porta principale per alcuni minuti prima di tornare, e costruiscilo gradualmente.

Leggi anche Posso dare la zucca al mio cane?

8. PREPARATI PRESTO
Se al momento trascorri molto tempo a casa ma sai che presto cambierà, ad esempio se torni in ufficio dopo aver lavorato da casa, inizia a preparare il tuo gatto il prima possibile. Inizia di proposito lasciandoli per cinque minuti alla volta e accumulali gradualmente in incrementi con cui il tuo gatto si sente a suo agio.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com