Dog sitter: guida completa

Come diventare dog sitter: guida completa per chi vuole lavorare con i cani.  Se il lavoro dei tuoi sogni consiste nel giocare e prendersi cura dei cani, allora diventare un dog sitter è probabilmente una delle carriere perfette per te. Segui questa guida completa.

Non sono richieste qualifiche professionali specifiche per lavorare come dog sitter. Il tuo lavoro dovrebbe basarsi, innanzitutto, sulla sconfinata passione per i cani e per la vita con loro.

Nonostante l’amore per i cani sia la condizione fondamentale, per diventare un dog sitter non basta: fare questo lavoro richiede anche molte altre competenze e requisiti, e in questa guida completa li copriamo tutti!

Guida per diventare dog sitter: da dove cominciare?

Il primo passo per diventare un dog sitter professionista è capire ogni aspetto e responsabilità del lavoro.

Iniziamo quindi con una panoramica dei doveri e delle responsabilità di chi opera come dog sitter. Vedremo poi quali competenze specifiche sono richieste, come organizzare il lavoro e quali sono le prospettive salariali.

Dog sitter: cosa fanno?

Chi lavora come dog sitter si prende cura dei cani di persone che, per vari motivi, non possono temporaneamente prendersi cura di loro. Le persone che hanno un cane possono aver bisogno di un servizio di dog sitter quando escono in vacanza, quando sono al lavoro o, in generale, se hanno bisogno di assentarsi da casa per lunghi o brevi periodi di tempo.

A seconda della situazione, i proprietari di cani possono chiederti di ospitare il cane a casa tua, prenderne cura a casa loro o prenderlo e portarlo a spasso una o più volte al giorno.

Le responsabilità di un dog sitter possono includere:

Dai da mangiare al cane e assicurati che abbia sempre acqua fresca.
Spazzola e tieni il cane pulito o portalo a fare la toelettatura.
Pulisci la cuccia o i cuscini su cui dorme.
Porta a spasso il cane e rispetta le richieste del proprietario (alcuni cani necessitano di passeggiate lunghe o particolarmente intense).
Aspira i peli del cane in giro per casa.
Somministrare farmaci, nel caso in cui il cane sia in cura.
Porta il cane dal veterinario in caso di emergenza.
Avvisare i proprietari di qualsiasi infortunio o malattia e tenerli aggiornati sui loro cani anche attraverso foto o video.
Segui attentamente le leggi e le normative cittadine, come tenere i cani al guinzaglio nelle aree urbane, mettere la museruola sui mezzi pubblici o raccogliere i loro escrementi.

Competenze e requisiti per diventare un dog sitter

Come dicevamo all’inizio, l’amore per i cani è la condizione essenziale. Sembra banale dirlo, ma a scanso di equivoci sconsigliamo di lavorare a stretto contatto con i cani se ne avete paura o se non vi piace l’idea di trattare i peli e raccogliere i loro escrementi per strada.

Detto questo, le abilità e i requisiti che sono importanti per svolgere bene il lavoro di dog sitter includono:

Affidabilità, perché prendersi cura del cane di un’altra persona è una responsabilità non indifferente.
Avere ottime capacità comunicative , non solo con i cani ma anche con gli umani che te le affidano.
Empatia , per entrare in sintonia con il cane di cui ti prenderai cura.
Grande attenzione ai dettagli e alla pulizia.
Essere fisicamente in forma , perché non c’è esercizio più divertente che correre dietro a un cane che vuole giocare!
Sii paziente, perché i cani a volte sanno come testarlo.
Adoro il lavoro all’aperto e con qualsiasi tempo (sì, i cani devono uscire più volte al giorno anche se piove o nevica).
Avere buone capacità organizzative e senso pratico.
Se vuoi diventare un dog sitter professionista e acquisire ancora più competenze per avere successo nella professione, ti consigliamo anche queste opzioni:
Segui un corso di primo soccorso per animali. Ulteriori informazioni sull’addestramento canino. Segui un corso di addestramento professionale / dog sitter.

Orari, condizioni di lavoro e altre precauzioni

Diventare dog sitter significa anche accettare orari di lavoro non sempre fissi o “confortevoli”. Se ritieni di volere una vita professionale segnata dalle 9:00 alle 18:00 dal lunedì al venerdì, lavorare come dog sitter potrebbe non essere adatto a te.

Uno dei maggiori vantaggi della professione di dog sitter è la flessibilità e in generale, se lavori come libero professionista, puoi impostare i tuoi orari . Se invece trovi lavoro come dog sitter in un’azienda che offre servizi di pet sitting, l’organizzazione potrebbe essere diversa e più rigida.

Da considerare: attività fisica e organizzazione

Il dog sitter è un lavoro fisicamente impegnativo: dovrai portare a spasso i cani una o più volte al giorno, e talvolta per lunghe distanze.
A seconda delle esigenze dei proprietari, potresti dover andare a casa loro per prendere il cane e portarlo fuori. In tal caso è importante stabilire subito l’organizzazione delle uscite: come vi verranno consegnate le chiavi di casa? Ci sono delle regole da seguire per accedere all’edificio o all’abitazione? In quali zone della casa si trova il cane e a quali puoi accedere? Devi prenderti cura di lui anche mentre è a casa, o solo durante le passeggiate? Ci sono molte domande che dovrai porre ai proprietari per assicurarti di avere tutte le informazioni necessarie per accettare il lavoro.

Qualunque siano gli accordi tra te e il proprietario, ti consigliamo di metterli sempre per iscritto : accordi chiari, lunga amicizia!

Gestione dell’emergenza

Anche se speri sempre che non accada, potresti trovarti a gestire le emergenze durante il tuo lavoro di dog sitter se il cane sotto la tua supervisione si ammala o si ferisce e ha bisogno di cure veterinarie.

Per questo, è della massima importanza che, nello stabilire le condizioni di lavoro, chieda ai proprietari di compilare un modulo dettagliato con i loro dati di contatto , quelli della clinica veterinaria e tutte le informazioni utili sull’animale (tra cui età, razza, precedenti condizioni mediche, allergie e prescrizioni dietetiche, ecc.). Queste emergenze possono, in casi estremi e molto sfortunati, portare alla morte dell’animale.

Ricorda che, in ogni caso, non spetta a te prendere decisioni sulla salute del cane che ti è stato affidato: sempre, sempre, sempre contatta (lo abbiamo già detto?) i proprietari prima di prendere le decisioni che devono fare con farmaci o interventi medici, anche se consigliati dal veterinario.

Lavora in sicurezza

Infine, non dimenticare che lavorare come dog sitter comporta anche un certo rischio personale : nonostante la tua passione e la profonda conoscenza del mondo canino, una reazione istintiva o aggressiva del cane può sempre crearti. alcuni problemi. Tagli, piccole ferite o talvolta morsi (anche solo per divertimento) sono all’ordine del giorno quando ci si prende cura di un cane, soprattutto se molto vivace: ricordatevi di pensare anche alla vostra salute e di agire sempre nella massima sicurezza.

Se decidi di fare del dog sitter la tua professione principale, stipulare un’assicurazione è un’ottima idea: coprirà cose come danni alla proprietà, smarrimento o furto di chiavi e danni al cane.

Quanto guadagna un dog sitter?

Se lavori come dog sitter freelance puoi impostare le tue tariffe. Generalmente la tariffa oraria di un dog sitter varia dai 10 ai 25 euro l’ora , ma può essere anche superiore. All’anno, lo stipendio di chi lavora come dog sitter a tempo pieno può arrivare a 15-20.000 euro.

La gamma di tariffe che puoi chiedere dipende innanzitutto dalla zona in cui vivi: in una grande città troverai più concorrenza ma anche molta più richiesta, e viceversa in un piccolo centro.

Puoi anche permetterti di aumentare la tariffa se il tuo servizio di dog sitter include condizioni speciali, come prendersi cura del cane a casa tua, nei giorni festivi o durante la notte.

(La fonte della guida sul dog sitter è jopla.it)

Animali domestici, la loro presenza fa bene alla salute

Gli animali domestici sono incredibilmente amati: secondo un sondaggio il 95% dei proprietari considera il proprio animale come un membro della famiglia. I nostri migliori amici ci danno dei benefici sulla salute fisica e mentale. È la scienza a dirlo.

Circa la metà delle persone che ha un animale domestico compra loro dei regali di compleanno. Ed è una strada a doppio senso. Le persone che hanno animali domestici tendono ad avere pressione sanguigna, frequenza cardiaca e rischio di malattie cardiache più basse rispetto a quelle che non lo fanno. Quei benefici per la salute possono derivare dall’esercizio extra richiesto dal gioco e dal camminare e dal sollievo dallo stress di avere un migliore amico costante a portata di mano.

Animali domestici in aiuto per migliorare la salute mentale

Gli scienziati stanno ora cercando prove che gli animali possono anche aiutare a migliorare la salute mentale, anche per le persone con disturbi difficili.

Sebbene gli studi sono pochi,  i benefici sono abbastanza impressionanti che gli ambienti clinici stanno aprendo le loro porte agli interventi assistiti dagli animali – terapia con animali domestici, in altre parole – usati insieme alla medicina convenzionale. “Una volta era uno dei grandi no pensare a un animale in un ospedale. Ora, non conosco nessun grande ospedale pediatrico che non abbia almeno una sorta di programma per gli animali”, dice il dottore Romano.

 

Possibili effetti sulla salute

La ricerca sulle interazioni uomo-animale è ancora relativamente nuova. Alcuni studi hanno mostrato effetti positivi sulla salute, ma i risultati sono stati contrastanti.

È stato dimostrato che l’interazione con gli animali riduce i livelli di cortisolo (un ormone correlato allo stress) e abbassa la pressione sanguigna. Altri studi hanno scoperto che gli animali possono ridurre la solitudine, aumentare i sentimenti di supporto sociale e migliorare il tuo umore.

Animali che aiutano i bambini

Gli animali possono servire come fonte di conforto e sostegno. I cani da terapia sono particolarmente bravi in ​​questo. A volte vengono portati negli ospedali o nelle case di cura per aiutare a ridurre lo stress e l’ansia dei pazienti.

Uno studio attuale sta esaminando la sicurezza di portare i cani a visitare i bambini malati di cancro. Gli scienziati testeranno le mani dei bambini per vedere se ci sono livelli pericolosi di germi trasferiti dal cane dopo la visita.

Un altro studio ha scoperto che i bambini con disturbo dello spettro autistico erano più calmi mentre giocavano con le cavie in classe. Quando i bambini hanno trascorso 10 minuti in un gruppo supervisionato di gioco con le cavie, i loro livelli di ansia sono diminuiti. I bambini avevano anche migliori interazioni sociali ed erano più coinvolti con i loro coetanei. I ricercatori suggeriscono che gli animali offrissero un’accettazione incondizionata, rendendoli un tranquillo conforto per i bambini.

Gli animali domestici fanno bene anche agli anziani

Tra le persone anziane, il possesso di animali da compagnia potrebbe anche essere un’importante fonte di supporto sociale che migliora il benessere. In uno studio, le persone anziane che avevano un cane o un gatto erano in grado di svolgere meglio alcune attività fisiche ritenute “attività della vita quotidiana”, come la capacità di salire le scale; piegarsi, inginocchiarsi o chinarsi; assumere farmaci; preparare i pasti; e fare il bagno e vestirsi.

Gli studi hanno dimostrato che il legame tra le persone e i loro animali domestici è legato a numerosi benefici per la salute, tra cui:

Diminuzione della pressione sanguigna, livelli di colesterolo, livelli di trigliceridi, sentimenti di solitudine, ansia e sintomi di PTSD.

Maggiori opportunità di esercizio e attività all’aperto; migliore funzione cognitiva negli anziani; e più opportunità di socializzazione.

 

I 4 maggiori benefici degli animali domestici

Aumento dell’umore

Bastano pochi minuti con un cane o un gatto o guardando i pesci nuotare per sentirsi più calmi e meno stressati. Il tuo corpo in realtà subisce cambiamenti fisici in quel periodo che fanno la differenza nel tuo umore. Il livello di cortisolo, un ormone dello stress, si abbassa. E la serotonina, una sostanza chimica di benessere prodotta dal tuo corpo, aumenta.

Migliore pressione sanguigna

Devi ancora controllare il tuo peso e fare esercizio. Ma avere un animale domestico può aiutarti a gestire la pressione sanguigna. In uno studio su 240 coppie sposate, i proprietari di animali domestici avevano una pressione sanguigna più bassa e una frequenza cardiaca più bassa durante il riposo rispetto alle persone che non avevano un animale domestico. Un altro studio ha mostrato che quando i bambini con pressione alta accarezzavano il loro cane, la pressione poi migliorava.

Aiuta il tuo cuore

Le persone con cani e gatti possono avere alcuni benefici per il cuore. In uno studio, le persone che non hanno mai posseduto un gatto avevano il 40% di probabilità in più di morire di infarto rispetto a quelle che l’avevano. Un altro studio ha scoperto che i proprietari di cani avevano un tasso di sopravvivenza migliore un anno dopo un infarto. Nel complesso, i proprietari di animali domestici hanno meno probabilità di morire per qualsiasi malattia cardiaca, inclusa l’insufficienza cardiaca.

Combatte la depressione

Nessuno ti ama più incondizionatamente del tuo animale domestico. Potrebbe anche aiutarti ad affrontare e riprenderti dalla depressione. Il tuo animale domestico ti ascolterà parlare per tutto il tempo che vorrai parlare. Probabilmente ti sentirai più calmo quando accarezzi un gatto o un cane. E prendersi cura di un animale – portarlo a spasso, pulirlo, giocarci – ti porta fuori da te stesso e ti aiuta a sentirti meglio riguardo al modo in cui trascorri il tuo tempo.

In conclusione possiamo dire che avere un animale domestico fa bene alla mente e al corpo come ci dice la ricerca. Oltre ad avere un amico fedele per un lungo periodo della nostra vita.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com