Depositi di calcio nel tratto urinario nei cani

Depositi di calcio nel tratto urinario nei cani. Urolitiasi, ossalato di calcio nei cani L’urolitiasi è descritta come la presenza di calcoli (depositi di calcio) nel tratto urinario. Lo sviluppo di questi calcoli è più comune nei cani che nei gatti e negli animali più anziani. Nella maggior parte dei casi le pietre possono essere rimosse in sicurezza, dando all’animale una prognosi positiva.

cause

La causa principale della formazione di calcoli sono gli alti livelli di calcio nelle urine. Alcuni fattori di rischio possono includere integratori di calcio, proteine ​​alimentari in eccesso o vitamina D, alti livelli di steroidi, diete carenti di vitamina B6 e il consumo di diete di soli cibi secchi.

Mentre queste pietre possono verificarsi in qualsiasi razza, diverse razze di cani comprendono oltre il 60% di tutti i casi. Queste razze includono Schnauzer nani, Lhapso Apsos, Yorkshire Terrier, Bichon Frise, Shih Tzu e Barboncini nani.

 

Depositi di calcio: Sintomi e tipi

Gli animali generalmente non mostrano segni di questo problema, sebbene la difficoltà a urinare sia il sintomo più comune. Se c’è un’infiammazione, una pancia ingrossata o l’area che circonda la regione urinaria può essere notevolmente irritata. Se le pietre sono grandi, a volte possono essere sentite attraverso la pelle da un veterinario.

Diagnosi

I raggi X e gli ultrasuoni vengono eseguiti per determinare eventuali ulteriori condizioni mediche sottostanti che causano dolore all’animale o difficoltà a urinare. Inoltre, verranno eseguite analisi del sangue per esaminare i livelli di nutrienti per vedere se alcuni sono al di fuori dell’intervallo normale.

Depositi di calcio: Trattamento

Una delle opzioni di trattamento più comuni è la rimozione chirurgica delle pietre. In alcuni casi, le onde d’urto possono essere utilizzate per aiutare a rompere le pietre. Inoltre, a seconda delle dimensioni e della gravità delle pietre, a volte possono essere lavate e massaggiate dal sistema dell’animale con un catetere e liquidi.

Vivere e gestire

È importante ridurre i livelli di attività dell’animale dopo l’intervento chirurgico. Possibili complicazioni derivanti dalla formazione di questi calcoli sono il blocco delle vie urinarie e l’incapacità dell’animale di urinare. È comune per gli animali riformare questi calcoli a base di calcio nel tempo. Il trattamento su base continuativa includerà il monitoraggio dell’assunzione di calcio e dei modelli urinari dell’animale per osservare se si sviluppano problemi.

Se è stato utilizzato un intervento chirurgico per rimuovere le pietre, si consiglia di eseguire radiografie post-chirurgiche per garantire che le pietre siano state completamente rimosse. Anche i raggi X in corso possono essere utili a intervalli frequenti e se viene rilevata la formazione di questi calcoli di calcio, è possibile utilizzare tecniche non chirurgiche per rimuoverli o dissolverli.

Prevenzione

La migliore prevenzione delle recidive consiste nel monitorare costantemente i livelli di calcio dell’animale in modo da poter apportare modifiche alla dieta per mantenere i normali livelli di calcio.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.