Cos’è Honjok? dalla Corea arriva per le donne l’arte di vivere single

Cos’è Honjok? dalla Corea arriva per le donne l’arte di vivere single. Con la pandemia di coronavirus che sta dilagando in tutto il mondo e per un periodo ci ha rinchiusi nelle loro case, alcuni temono l’idea di affrontare la crisi da soli.

Ma i sostenitori dell’Honjok, l’arte sudcoreana di essere in pace con se stessi in tempo di isolamento, credono che l’autoisolamento potrebbe effettivamente fornire un momento perfetto per praticare l’accettazione di sé.

La pratica si basa fortemente sul concetto di sologamia, che è l’idea che il miglior partner nella vita che puoi trovare sei te stesso.

Gli autori di un nuovo libro sull’argomento sostengono che il principio sta spostando la mentalità “allontanando dall’associare il tempo da soli” dall’essere senza altre persone e “verso l’essere “con” noi stessi”.

Il termine honjok è nato da due termini sudcoreani: “hon”, che significa “solo” e “jok”, che significa “tribù”. Si riferisce al crescente movimento contro la tradizionale visione coreana della famiglia e della felicità.

Il movimento Honjok è nato da un’ondata di femminismo in Corea del Sud, dove alle donne veniva detto che essere mogli e madri era una sicura garanzia di felicità.

Honjok afferma che essere soli non porta necessariamente alla solitudine e che differenziare tra i due è la chiave per essere felici sulla propria pelle.

Honjok: quello che devi fare

Fai una passeggiata e lascia il telefono a casa per goderti l’ambiente circostante. Presta attenzione ai tuoi sensi.

Prova le lezioni online per esplorare nuovi hobby per uscire dalla tua zona di comfort.

Impara ad amare il tempo a casa. Guarda la finestra e cerca i dettagli nell’ambiente circostante. Metti la tua musica preferita e balla nella tua stanza.

Trova il tuo posto preferito nella tua casa o appartamento e rilassati con una tazza di tè.

Pianifica 15 minuti di attività creativa ogni giorno come pausa dal lavoro.

Usa la scrittura creativa, gli scarabocchi, il disegno o la pittura come canale per le tue emozioni. Non criticarlo o lucidarlo, ma attingi alla tua creatività per mettere a tacere la tua mente occupata. Investi in buoni strumenti, come colori e pennelli o un buon taccuino e dipingi.

Fai un elenco dei tuoi risultati in modo da aumentare la tua fiducia.

Fai un elenco delle cose per cui sei grato in questo momento.

Pianifica le tue speranze e il futuro con una mentalità ottimista.

Scrivi una lettera di ringraziamento o di scuse senza inviarla.

Honjok

Leggi anche Ossitocina è l’ormone dell’amore: qual’è il legame?

 

Honjok: devi sapere

Suggerisce che si può superare la solitudine avendo pochi amici scelti con cura, al contrario di un mucchio di amici con una connessione forse meno profonda.

Gli autori sostengono che scegliere di concentrarsi sugli amici con cui si ha una profonda connessione è il modo migliore per essere più felici con se stessi, piuttosto che socializzare.

Nel frattempo, gli individui dovrebbero abbracciare l’idea di “salologo” e celebrare se stessi in un “matrimonio” figurativo come forma di proclamazione dell’amor proprio.

Honjok sottolinea che, poiché gli esseri umani sono esseri sociali, una parte di noi cerca di appartenere agli altri e di compiacere gli altri.

Tuttavia, l’idea di essere felici da soli non deve scontrarsi con il fatto che abbiamo bisogno di interazioni.

Piuttosto che rifiutare gli altri, significa abbracciare la nozione di appartenenza a te stesso.

Gli autori spiegano che le persone possono sentirsi sole anche quando hanno una relazione o circondate da persone.

Ma sostengono: ‘Puoi essere completamente solo, ma sentirti comunque connesso e supportato dagli altri.

“Quando sai di avere relazioni di supporto, puoi sentirti meglio riguardo alla prospettiva di essere da solo”.

Sottolineano anche che il tempo da soli dovrebbe essere visto come tempo contemplativo, in cui puoi concentrarti sulla produzione di un buon lavoro che conta per te.

In conclusione

Spiegano: “Contrariamente all’idea che i momenti contemplativi siano una perdita di tempo, investire nell’autoriflessione per sviluppare la consapevolezza di sé e la compassione ti aiuta effettivamente a risparmiare tempo acquisendo una migliore comprensione di ciò che conta di più in modo da poter investire tempo in quelli le zone.

Pubblicato da Paolo Tescione

Paolo Tescione, Inizia in tarda età la passione di blogger e subito riesce a fondare alcuni blog in vari settori con oltre 40milioni di visite. Ha pubblicato oltre 10mila articoli sul web e libri che sono in vendita su Amazon. Consegue il Master alla Business School sole24ore. Specialista blogger, Seo, copywriter, digital marketing, content marketing. Manager ecommerce qualificato. Info paolotescione5@gmail.com